Caro mio, il modo migliore per rimanere aggiornato sui contenuti di questo blog, è seguire enoplane.com anche su Instagram e gli altri canali social.
Forse lo stai già facendo e ti ringrazio sentitamente, ma nel caso ti fossi perso qualcosa, eccoti intanto gli ultimi pin, i Luoghi del Gusto, aggiunti di recente sulla Enoplane Food Map.
Fanne buon uso!

My dear, the best way to stay updated on the contents of this blog is to follow enoplane.com also on Instagram and other social channels.
Maybe you are already doing it and I thank you very much, but in case you missed something, here are the last pins, the Places of Taste, recently added on the Enoplane Food Map.
Make good use of it!


Il Cannolo Siciliano della Antica Dolceria Bonajuto (Modica – RG)

Enoplane Food Map Luoghi del Gusto

In uno dei templi del cioccolato modicano, ho trovato un cannolo divino.
Cialda croccante, ripieno lavorato quotidianamente come una volta a base di ricotta vaccina, non di pecora come usualmente nel resto della Sicilia e granella di pistacchio.
Boom!

Prezzo: 1,80 €

Curiosità: considerata la fabbrica di cioccolato più antica della Sicilia, nasce a Modica nel 1880; arrivata ai giorni nostri alla sesta generazione di artigiani dolcieri, è guidata da Pierpaolo Ruta, entrato nei laboratori per la volta per affiancare il padre, Franco, all’età di 5 anni.

The Sicilian Cannolo of Antica Dolceria Bonajuto
In one of the temples of Modica chocolate, I found a divine cannolo.
Crunchy wafer, stuffed daily as it once was with cow’s milk ricotta, not sheep’s milk as usually in the rest of Sicily, and pistachio grains.
Boom!

Price: € 1.80

Curiosity: considered the oldest chocolate factory in Sicily, it was born in Modica in 1880; arrived today to the sixth generation of confectionery artisans, it’s led by Pierpaolo Ruta, who entered the laboratories for the first time to work alongside his father, Franco Ruta, at the age of 5.

 

La Sagra del Bagnun a Riva Trigoso (Sestri Levante – GE)

Non è un ristorante, non è un’osteria, non è un agriturismo…
Dal 1960 a Riva Trigoso, il penultimo weekend del mese di luglio, il borgo si anima di luce, musica e… bagnun!
Zuppa a base di acciughe, pomodori, gallette del marinaio, vino bianco, olio, prezzemolo, aglio e cipolla che veniva cucinata sulla “gnafra” dei leudi sestrini e ogni anno è offerta (quest’anno 4200 porzioni) ad abitanti e visitatori dalla Onlus locale “Il Bagnun”.
P.A.T. dal 2015.
La Liguria che amo.
Un nuovo pin sulla Enoplane Food Map.

It isn’t a restaurant, it isn’t a tavern, it isn’t a farmhouse…
Since 1960 in Riva Trigoso, the penultimate weekend of July, the village is alive with light, music and … bagnun!
Soup made with anchovies, tomatoes, dry bread, white wine, olive oil, parsley, garlic and onion that was cooked on the “gnafra” of Sestri boats and every year is offered (this year 4200 portions) to residents and visitors from the local non-profit organization “Il Bagnun”.
P.A.T. since 2015.
The Liguria I love.
A new pin on the Enoplane Food Map.

 

Ittiturismo Bistromare (Sestri Levante – GE)

Enoplane Food Map Luoghi del Gusto Ittiturismo Bistromare

O meglio, con i piedi nella sabbia la via più veloce per riportare la testa tra le nuvole passando per il mare.
Angelo, pescatore e viticoltore, con la sua famiglia custodisce in Baia del Silenzio una delle meraviglie più rasserenanti di Sestri Levante.
Pochi piatti, molte acciughe e un po’ di pesce locale.
Un vino vivo, macerato o no, secco e sempre salino.
Del sole non avere paura e il resto scoprilo da solo: se ami il mare, anche quando incontrerai tempesta, non ci naufragherai.
Posto del cuore.

Or rather, with your feet in the sand the fastest way to bring your head back into the clouds passing by the sea.
Angelo, a fisherman and winegrower, and his family keep in Baia del Silenzio one of the most serene wonders of Sestri Levante.
A few dishes, many anchovies and some local fish.
A living wine, macerated or not, dry and always saline.
Don’t be afraid of the sun and the rest find out for yourself: if you love the sea, even when you encounter storms, you will not be shipwrecked.
Place of the heart.

 

Sorij (Torino – TO)



Un pranzo, all’improvviso, non è abbastanza per rendere il giusto onore al locale di Piero e Silvia, ma sufficiente per essere certi della bontà della loro proposta.
Salda cucina piemonontese, alcune divagazioni marinare e diversi spot conviviali (Merenda sinoira).
Carta dei vini da più di 300 etichette, moderna e ariosa: saporita.
Sorij, moderna e gustosa osteria di tradizione, splendidamente baciata dal sorriso del sole!

Prezzi: 🥜 3-13 🍝 8-17 🍰 7-9 🍱 30

A quick lunch is too little to honor Piero and Silvia, but enough to be certain of the quality of their proposal.
Solid traditional cuisine, some sea-side digressions and several convivial spots (Merenda sinoira).
Wine list with more than 300 labels, modern and airy, tasty.
Sorij, modern and savory traditional tavern beautifully kissed by the smile of the sun!

 

Ostaia de’ Banchi (Genova – GE)

Enoplane Food Map Luoghi del Gusto Ostaia de Banchi

Poche cose con diverse attenzioni, chiare e semplici.
Una “brancâ” di etichette naturali e non, qualche birra artigianale, uno stocco al verde contestuale e gustoso, uno “strepéllo” di formaggio offerto per finire il vino.
Dal 1528 “òstàia zenéize di carroggi”, da qualche anno ristoro guidato con passione da 3 amici (Emanuele, Sergio e Stefano), da adesso un nuovo pin sulla Enoplane Food Map.

Prezzi: 🍽 -💧2 🍝 9/14 🍰 5/6 ☕️ 2

Few things wirh different attentions, clear and simple.
A “brancâ” (handful) of natural or not labels, some craft beer, a contextual and tasty rapier, a “strepéllo” (snippet) of cheese offered to finish the wine.
Since 1528 “òstàia zenéize di carroggi” (Old Genoa Tavern), since a few years managed by 3 friends (Emanuele, Sergio and Stefano), from now a new pin on the Enoplane Food Map.

 

Zero, Enoteca Conviviale – Bra (CN)


Alla fine di Cheese 2019 non era facile, ma anche solo per la selezione naturale di vini e per la competenza e la disponibilità mostrate nel consigliare una bottiglia “defaticante”, ecco un nuovo pin sulla Enoplane Food Map.
À la prochaine, sicuramente con la giusta calma.

At the end of Cheese 2019 it wasn’t easy, but also only for the natural selection of wines and for the competence and willingness shown in recommending a “fatigue-reducing” bottle, here is a new pin on the Enoplane Food Map.
À la prochaine, certainly with the right calm.

 

Franklin ‘33 (Lucca – LU)


“Sfaccettato ma moderno.
Il succo di pomodoro è aromatizzato con aromi tirrenici e bilanciato da una punta di anice e un blend di tequila e mezcal.“
Franklin ‘33, pronti a intrattenere.
Un nuovo pin sulla Enoplane Food Map!

“Multi-faceted but modern.
Tomato juice is flavored with tyrrhenian flavors and balanced by a hint of anise and a blend of tequila and mezcal.”
Franklin ’33, ready to entertain.
A new pin on the Enoplane Food Map!

 

Caffè Costanzo (Noto – SR)


Un diamante è per sempre.
Anzi no, finisce subito.
Un nuovo pin sulla Enoplane Food Map!

A diamond is forever.
Indeed no, it ends immediately.
A new pin in the Enoplane Food Map!