Da settembre 2016 Pier Giorgio Parini ha lasciato il ristorante Povero Diavolo ponendo fine alla felicissima collaborazione con Fausto e Stefania Fratti.

 

Michel Bras, conosciuto da tutti i gourmet di matrice “preMasterchefiana “ per il suo ristorante 3 stelle Michelin, la Maison Bras a Laguiole, nel corso degli anni è stato incoronato dalla critica gastronomica francese e non solo come il “Re delle erbe aromatiche” e, più in generale, del mondo vegetale.
Vegetali che coltiva e raccoglie nei suoi orti di montagna e con i quali ha creato il suo celebre signature dish, il “Gargouillou de jeunes légumes”, una composizione di verdure stagionali, cotte e crude, legate da un’emulsione di erbe, semi e fiori e accompagnata da una crema alla toma di Laguiole.
Mangiare al Povero Diavolo mi ha fatto pensare a lui. Perché? Perché Pier Giorgio Parini, lo chef del ristorante con locanda a Torriana, spinge divinamente proprio su quel mondo vegetale, utilizzando piante aromatiche ed erbe provenienti dal giardino-orto del locale e recuperando tutto ciò che non riesce ad autoprodurre con l’aiuto dei patron Fausto e Stefania Fratti nell’azienda agricola della sua famiglia.

IMG_3111

Il menu del Povero Diavolo cambia continuamente, gli ospiti devono solo scegliere il numero di portate e indicare eventuali allergie o intolleranze.
Per chi preferisce è presente anche una carta, ma il mio consiglio è quello di farsi guidare dallo chef per poter godere appieno della sua cucina.
Se stai pensando che una cucina improntata sui vegetali non fa per te, dovresti assaggiare la sua interpretazione dell’animella o il “Piccione in Rosso” e fare penitenza. E poi mica ti ho detto che non cucina carne o pesce.

Povero Diavolo Torriana - Piccione

Proprio il piccione, figlio di più cotture concentrate in una decina di minuti per preservarne le caratteristiche intrinseche, risulta essere dannatamente accattivante, buono.
Inoltre non risulta appesantito da altri ingredienti che troppo spesso, in versioni assaggiate altrove, ne coprono il vero gusto costringendomi a esitare dinanzi alla domanda ”ma che sapore ha il piccione?”. Adesso lo so.

Nel Corso della cena, ho potuto osservare Pier Giorgio Parini mentre presentava alcune portate agli ospiti. Mi è parso una persona gentile, estremamente riservata, timida, che parla con gli occhi, vivi, e con i suoi piatti.

Piatto del Povero Diavolo

Il servizio di sala è gestito dai patron. Fausto Fratti è un grande appassionato di vini e la carta da lui costruita ne è la testimonianza. Ho trovato attenzione per la sua terra, interessanti proposte bio, bottiglie per tutti i palati e tutte le tasche, oltre a un dichiarato grande amore per i vini di Valentini (di la verità, stai pensando che non è una cosa difficile…). Se non ti farai intimorire dal baffo, avrai con lui una piacevole e interessante conversazione enogastronomica.
Tra le tante cose è anche supremo “Maestro di Cappuccino” e, se ti fermerai per la notte, potresti essere fra i fortunati che lo hanno consumato a colazione. Si infatti narra che lo chef abbia cercato più volte, senza mai riuscirci, di farsi rivelare il segreto di cotanta bontà.

Povero Diavolo Torriana - Sempreverde

La moglie Stefania coccola il cliente con grazia, discrezione e attenzioni che solo una donna sa dare.
Tutto il contesto risulta essere scevro da sirene mondane lasciate in altri lidi, qui quello che conta è la soddisfazione del cliente.
I piatti memorabili sono stati molti, concettuali o goderecci, il dolce un non dolce che riassume il cammino intrapreso: un semifreddo al cioccolato bianco, polvere di levistico, erbe e gelato al dragoncello intitolato “Sempreverde”.
Signature dish?
Nah, al Povero Diavolo non ce n’è bisogno.

Supporta ENOPLANE.COM!

Segui già Enoplane.com su INSTAGRAM e FACEBOOK?

Se la risposta è sì, non ti rimane altro da fare che iscriverti alla newsletter inserendo nel form la tua mail.

Diversamente aiutaci cliccando sui due link qui sopra. Potrebbe sembrarti una sciocchezza, ma per noi è importante. Grazie!

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest